martedì 10 gennaio 2017

Pokemon in Italia

Pokemon in Italia.


Amici quest'oggi ricorre una data importante per tutti gli amanti della saga Pokemon, infatti 17 anni fa debuttarono sul piccolo schermo Ash Ketchum e il suo amico Pikachu, ed in breve tempo conquistarono i cuori di tutti i bambini (e non ) Italiani, pensate che ad oggi sono circa 950 gli episodi trasmessi, dal 2000 al 2008, l'anime Pokémon è stato trasmesso da Italia 1. A partire dal 30 marzo 2009 la trasmissione della serie animata è proseguita sul canale satellitare Jetix con l'undicesima stagione mentre le stagioni successive sono invece trasmesse da Disney XD (sul satellite) e da K2 (sul digitale terrestre).
L'inizio dell'avventura Pokémon inizia con Ash Ketchum, ragazzo di Biancavilla il cui sogno è quello di diventare il miglior allenatore di Pokémon del mondo. Il giorno del suo decimo compleanno deve recarsi dal Professor Oak per ricevere il suo primo Pokémon ed il Pokédex. Tuttavia giunge in ritardo al laboratorio dello scienziato, che ha già terminato i Pokémon da consegnare agli aspiranti allenatori. Gli rimane tuttavia un Pikachu.
Ash decide di iniziare la sua avventura con quel Pokémon che si rifiuta di entrare nella Poké Ball.

Da quel momento per i Pokémon è l'inizio di una scalata verso il successo, non solo serie TV quindi ma Pikachu, Ash e i loro amici debuttarono nel mondo dei videogliochi, dove chiunque poteva diventare allenatore di Pokémon, in seguito la Nintendo mise in commercio vari oggetti che raffigurano il logo Pokémon e i personaggi dell'anime. Tra gli oggetti più venduti ricordiamo i capi di abbigliamento (magliette,felpe e cappellini), i pupazzi, i DVD e levideocassette della serie animata e dei film, i vari giochi da tavolo (tra cui i puzzle), i libri e le raccolte di figurine. Inoltre sono stati anche commercializzati prodotti come orologi (da tavolo e da polso), poster, cuscini, portachiavi, spille e addirittura un Pokédex tascabile.
In Giappone sono presenti sette Pokémon Center, enormi negozi specializzati nella vendita di oggetti riguardanti i Pokémon. Negli USA è stato aperto un unico Pokémon Center, trasformato nel febbraio del 2005 in uno dei Nintendo World. Nel 2012 la divisione giapponese di Amazon.com ha aperto una sezione dedicata ai prodotti a tema Pokémon.
In Italia, nel corso del 2000, la Parmalat ha messo in commercio le buste del suo lattedotandole di un adesivo che raffigurava un Pokémon e all'interno delle sue merendine ha inserito alcune calamite dedicate ai mostriciattoli giapponesi.
La raccolta punti prevedeva inoltre come premi felpe ed orologi da polso (PokéWatch).
Nel 2010, con 1 476 442 copie vendute, il calendario dei Pokémon prodotto dalla McDonald's è entrato nel Guinness dei primati come calendario più acquistato nell'arco di un anno.

Purtroppo insieme al grande, anzi ENORME successo  dei Pokémon arrivarono anche critiche (a volte pesanti) e controversie, Alcuni cristiani statunitensi credono che i Pokémon abbiano un'origine satanica, altre critiche sono giunte da membri della comunità ebraica, per l'uso della svastica, simbolo del nazismo, in modo inappropriato e nel 2001 i Pokémon furono attaccati anche dalla comunità Islamica, In Arabia Saudita il gioco di carte è stato criticato perché promuoveva il gioco d'azzardo.

Tuttavia nei paesi islamici moderati, ad esempio Turchia e Pakistan, non ci fu nessuna minaccia. Invece una fatwa, un editto religioso, indetta da unosceicco saudita, incitò i musulmani a stare attenti al gioco, poiché venne notato che in molte carte sono presenti «stelle a sei punte, simbolo del sionismo internazionale e dello Stato d'Israele» (in riferimento al simbolo "energia incolore").
Alcuni hanno messo a confronto il meccanismo originario delle lotte tra Pokémon e la pratica, fuorilegge, del combattimento tra galli.
Da questo punto di vista, il gioco si fonda principalmente sul fatto che gli allenatori di Pokémon devono catturare e far combattere tra loro animali selvatici....
L'applicazione mobile Pokémon Go (debuttata in Italia il 16 Luglio 2016) è stata criticata per l'utilizzo della realtà aumentata e della geolocalizzazione degli utenti, sono state avanzate numerose lamentele riguardanti la possibilità di catturare Pokémon all'interno località considerate non appropriate, tra cui lo United States Holocaust Memorial Museum di Washington.

A noi di Puntidivista i Pokémon ci fanno tornare indietro nel tempo, quando da bambini ci incollavamo davanti alla TV per seguire le avventure di Ash e Pikachu, ci piacevano molto le loro avventure, però amici non esagerate, spegnete l'app di PokémonGo quando siete in macchina, sono stati diversi gli incidenti dovuti alla ricerca di Pokémon, fate  attenzione per favore.


Ti è piaciuto il nostro post? Regalaci comments and likes

Nessun commento:

Posta un commento