venerdì 21 ottobre 2016

L'ultima piantina carnivora

Ragazzi vi presentiamo l'ultima arrivata in casa Puntidivista......  una Dionaea muscipula! 



Vi avevamo già parlato della nostra passione x le piante carnivore vero? :)

La nostra passione non si è persa e abbiamo deciso di ricomprare questa qualità di pianta, la Dionaea è forse la pianta carnivora più famosa e più affascinante, è originaria degli Stati Uniti e la leggenda racconta che quando Charles Darwin (il famoso biologo e naturalista che ha sviluppato la sua famosa teoria dell'evoluzione) la vide esclamò che questa pianta è la pianta più spettacolare del mondo, infatti da Dionea è in grado di compiere rapidi movimenti di chiusura delle foglie dove viene intrappolata la preda.
All'interno di queste "ciglia" (in realtà sono vere e proprie foglie) ci sono 3 minuscoli dentini o sensori che se stimolati 2 volte in pochi secondi fanno chiudere le trappole e dopo pochi secondi vengono rilasciati i succhi gastrici che "differiscono le prese" infatti........ MAI FAR SCATTARE LE TRAPPOLE A VUOTO!!!! altrimenti gli viene la gastrite :) :) :) :)

Ricordatevi di dare l'acqua distillata o piovana e MAI l'acqua del rubinetto e dato che stiamo andando verso l'inverno ecco un consiglio utile, le dionee contrariamente a quanto pensano il 99% dei rivenditori di piante, non sono piante tropicali, e quindi non necessitano di stare al calduccio durante l'inverno. 

Anzi, tenere una dionea al caldo in inverno produce una crescita forzata che causa, l'anno successivo, un depauperamento delle risorse della pianta che in breve deperisce e diventa sofferente.
D'inverno le dionee vanno assolutamente tenute a temperature fresche, attorno ai 5'C e comunque mai sopra i 10-15'C, ne', se possibile, sottozero; in questo periodo il loro ritmo di crescita rallenta fino quasi a fermarsi.
E' necessario evitare di tenere acqua nel sottovaso, che potrebbe danneggiare la pianta (promuovendo muffe e funghi). Al contrario, basta assicurarsi di tanto in tanto che la torba sia ben umida e non secchi mai. Come illuminazione, anche la poca luce della vostra finestra in cantina, o quella del sottoscala andra' bene, in inverno queste piante non hanno bisogno di sole diretto.
Bene amici, ora che vi abbiamo detto di tutto e di più su questa pianta non vi resta altro che comperare e godervi questa affascinante pianta :)
Buona coltivazione!!!

Nessun commento:

Posta un commento